Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci
Edifici per uffici
Michele De Lucchi
2009, maggio
2010, luglio
2011, aprile
  Data fine realizzazione edificio: maggio 2011
Inizio cantiere: marzo 2010
Fiumicino, Roma (Italia)
Alitalia - Compagnia Aerea Italiana S.p.A.
Cfm 97. S.r.l.
Illuminazione: iGuzzini
Facciate continue: SOMEC
Arredi: FARAM
Tende e arredi: Domodinamica
Gres porcellano rivestimenti e pavimenti: Mirage
Copertura in Zinco-Titanio: Zintek

Area d'intervento: 15.000 mq
Costruito: 10.000 mq

aMDL ha realizzato il progetto preliminare, definitivo ed esecutivo.

Progetto: Michele De Lucchi
Project leader: Enrico Quell, Angelo Micheli
Project team: Alessandro Ciancio, Laura Cunico, Agnieszka Drews, Silvia Figini, Filippo Flego, Andrea Pasquali, Marco Franz Vaccara, Federica Vasintoni

Concept e Progetto Preliminare
Progettazione Strutture: Ecosfera S.p.A.
Progettazione Impianti: Opengineering S.r.l.

Progetto Definitivo e Progetto Esecutivo
Progettazione Strutture: S.M. Ingegneria S.r.l.
Progettazione Impianti: TECNOGECO S.r.l.
Sicurezza in fase di progettazione: Geom. Francesco Otgianu

Idea architettonica e qualitĂ  degli spazi
Il complesso è ispirato all’architettura industriale dove gli spazi interni sono ampi e aperti. Le sue superfici sono completamente vetrate per evitare un forte filtro con l’area verde, gli uffici e i due chiostri interni. Questo anche allo scopo di allocare un elevato numero di postazioni di lavoro (540) e di sfruttare la luce naturale, che può così filtrare direttamente attraverso le facciate di tutto l’edificio, a doppia camera, montate con sistema del tipo a facciata continua a cellule, realizzata secondo le specifiche prestazionali previste dalla normativa vigente. La copertura a “shed” caratterizza fortemente l’architettura pur mantenendo un segno semplice. Per le aree esterne è previsto un nuovo sistema di viabilità con “drop off” e parcheggi riservati sia sul lato nord che sul lato sud.

Assetto generale dei progetti e loro relazione con il contesto paesaggistico
L’edificio per uffici è distribuito su due piani. Al piano terra sono ubicati i servizi di vigilanza e controllo degli accessi, la hall d’ingresso, una sala conferenze e gli uffici operativi organizzati in open space. Al primo piano si trovano uffici di presidenza, sala consiglio, uffici dirigenziali oltre ad ulteriori uffici operativi organizzati in open space. La progettazione delle sistemazioni esterne ha aumentato le superfici a verde, incrementando anche la quantità di nuove essenze arboree ad alto fusto, specie tra cupressus pyramidalis, pinus pinea e quercus robur fastigiata, e di essenze arbustive. Gran parte delle piantumazioni sono state eseguite sul quadrante ovest sud-ovest per incrementare la protezione dell’edificio dall’irraggiamento solare. All’interno dei due chiostri sono state piantumate altre essenze arboree.

Scelte progettuali finalizzate all’efficienza energetica, alla formazione di condizioni di lavoro confortevoli e alla riduzione dei costi di esercizio degli impianti tecnologici
L’edificio è connesso al sistema energetico aeroportuale dotato di sistemi a risparmio energetico. Per ridurre le dispersioni è stato adottato un sistema di pareti a VetroCamera.
La facciata comprende anche la realizzazione della chiusura dell’interpiano avente caratteristiche di isolamento acustico tra i piani e barriera termoidraulica realizzata da una lamiera.
Allo scopo di ridurre l’irraggiamento solare, si è preferito piantumare alberi anziché contornare la facciata con brise soleil.
Sia le pareti esterne sia le pareti a contorno dei due chiostri hanno aperture automatizzate per garantire un ricircolo naturale dell’aria, sfruttando anche l’ombreggiamento delle zone verdi.

FunzionalitĂ  intesa come rispondenza allo scopo e al brief di progetto
L’edificio è inserito in un contesto misto fra architetture destinate a ufficio e magazzini e attività aeroportuali. La nuova architettura per Alitalia è un moderno “edificio industriale” nel cui interno si produce l’organizzazione della nuova Società. Il suo semplice disegno e l’uso di un unico materiale, il vetro, lo rende un edificio trasparente e simbolo dell’operosità del Gruppo.

Fattibilità e coerenza tecnico-economica dell’idea progettuale in relazione al costo complessivo stimato per l’intervento
La scelta del realizzare una moderna ”architettura industriale” ha motivazioni formali e economiche.
Il progetto ingegneristico della struttura a maglia ha permesso di alleggerire i pilastri di sostegno lasciando l’area interna libera per una successiva suddivisione delle aree ad uso ufficio e tecnico con pareti mobili. La struttura in acciaio, le pareti vetrate e gli interni concepiti come progetto seriale hanno garantito il controllo dei costi e la velocizzazione dei tempi di esecuzione. Il costo dell’opera ha mantenuto l’impegno assunto con la committenza.

   
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Ph. Alessandra Chemollo, fotografia digitale
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Nuova sede Alitalia presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci, Fiumicino, Roma (Italia), 2009 - 2011
Michele De Lucchi, matita su carta
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF