Politeama Piceno
Edifici per attività culturali e ricreative - Teatri
Michele De Lucchi
Nicholas Bewick (project director), Francesco Garofoli, Vittorio Romano
Nicola Boccadoro (render)
Matteo Di Ciommo (modello)
2015, giugno
2015, novembre
2017, maggio
  Inaugurazione: 18 maggio 2017
Tolentino, Macerata (Italia)
Fondazione Franco Moschini
General Contractor: Production Furniture International S.p.a.
Wiener GTV Design: poltrone su disegno "Politeama", rivestimenti del teatro, arredi su disegno della caffetteria, arredi
Harlequin: parquet tecnico
iGuzzini: lampade
Produzione Privata: lampade della caffetteria

Rivestimenti, serramenti e mobile caffetteria sono stati realizzati da artigiani locali in legno di rovere. 

Pavimenti del foyer realizzati in pietra con la tecnica del terrazzo alla veneziana.
C. Passacantando, Vita nuova con il Politeama, “Corriere Adriatico”, 19 maggio 2017, p. 24L. Gentili, Politeama, gioiello svelato “Qui si realizzano i sogni”, “il Resto del Carlino”, 19 maggio 2017, p. 12"Il mio teatro per la rinascita di un luogo ferito", "il Messaggero", 29 maggio 2017, p. 22
A. Boisi, Più di ieri, più di domani, “Interni”, n. 9, September 2017, pp. 42-47
La nuova vita del Politeama di Tolentino, "Mappe", n. 11, febbraio 2018, pp.48-59
1.944 mq
Servizi resi da aMDL
Progetto Preliminare Architettonico, Progetto Definitivo Architettonico, Progetto Preliminare Interior Design, Progetto Definitivo Interior Design, Supervisione al Progetto Esecutivo Architettonico e di Interior, Direzione Artistica.

Local architect: Studio Francioni
Responsabile dei lavori: ing. Barbara Capecci
Strutture: ing. Paolo Campetti
Impianti e VV.F.: Studio associato di ingegneria Graziani-Sparapani
Progetto acustico: Studio Ing. Iannotti
Progetto scenotecnica: Renato Ricciardi
Progetto illuminotecnico: iGuzzini
Progetto impianto audiovideo: Claudio Giacomelli

Grazie all’iniziativa e al patrocinio di Franco Moschini e della sua fondazione, lo storico Cinema Teatro Piceno è stato convertito in un centro culturale dedicato alle arti performative. Inaugurato nel maggio 2017 con una ricca varietà di eventi, il Politeama è un vibrante luogo dedicato a tutti i tolentinati e, in particolare, ai giovani che qui possono sviluppare i loro talenti. 
Il progetto aMDL trasforma completamente lo spazio interno del teatro abbandonato per molti anni. Grazie all’eliminazione di due solai, un foyer centrale si apre su più livelli ed è coronato da un tetto vetrato da cui filtra la luce naturale. Questo spazio, cuore del nuovo Politeama, è caratterizzato dal rovere dei rivestimenti e dalla pietra dei pavimenti realizzati con la tecnica del terrazzo alla veneziana. Lo scalone originale è mantenuto ma affiancato da un nuovo ascensore panoramico in vetro. Il foyer ospita anche una caffetteria in stile viennese con arredi Wiener GTV Design e le luci a sospensione di Produzione Privata. 
Al piano terra è stata creata una grande sala polivalente livellando il pavimento della vecchia platea. La sala è dotata di parquet tecnico e pannelli mobili che permettono di dividere lo spazio in due ambienti per lo svolgimento di diverse attività, dalle lezioni di danza ai convegni.
La Sala Spettacolo, con un ampio palcoscenico e apparecchiature cinematografiche, è un doppio volume che si apre tra il primo e il secondo piano. Lungo la gradinata si dispongono 170 poltrone Politeama, disegnate ad hoc con braccioli in faggio curvato e seduta imbottita rivestita in tessuto blu.
Al primo piano si trova anche la Sala Audiovisivi con una capienza di 35 posti. La sala è attrezzata con apparecchiature video di alta qualità ed è isolata dal punto di vista acustico. Le ampie finestre la rendono luminosa, mentre gli speciali tendaggi permettono di oscurare le vetrate in caso di proiezioni di filmati.
Il seminterrato, precedentemente inutilizzato, è stato suddiviso in tre sale prova per musica, canto e teatro, chiuse da pareti vetrate e acusticamente isolate. 
Il progetto mira a mantenere il carattere storico dell'edificio grazie a un accurato restauro delle facciate esterne e al recupero delle mura medioevali lasciate a vista nel seminterrato. 
Il nuovo centro garantisce le migliori condizioni acustiche e offre soluzioni tecniche di standard elevato, necessarie allo svolgimento delle arti performative.

Following the vision and patronage of Franco Moschini and his foundation the historic Politeama Piceno has been transformed into a new cultural centre dedicated to the performance arts. It is an inspiring symbol for a town whose declining economy and recent earthquakes has brought much suffering to its inhabitants and in particular to give young people a place to develop their talents.
aMDL was asked to totally transform the theatre that had been abandoned for many years. This has been achieved by three main interventions, firstly to create a central atrium around the restoration of the original stairs with a large overhead glazed roof and a new panoramic lift, secondly to remove the original theatre seating and stage to provide a large ground floor multi purpose space that can be sub divided for different types of activities and introduce a dedicated new auditorium above, and thirdly to transform the basement levels into music rooms and changing facilities for the different users.
The design seeks to maintain the historical character of the whole building with a careful restoration of the external facades and fresco decoration together with the recovery and physical expression of the original town wall foundations in the basement.
The Politeama has been carefully studied to provide the best acoustical conditions for all the different activities as well as offering a high standard of technical solutions necessary for the highest quality of performance art today.
Inaugurated in May 2017 with a rich variety of entertainment and events the Politeama has become a vibrant meeting place and clear demonstration of the importance and desire for cultural activity in Tolentino.
Ogni città ha un Municipio, un Duomo, un Teatro e un Centro Culturale.
Un Centro Culturale è un luogo aperto alla cittadinanza dove incontrarsi, interrogarsi, pensare, imparare, lasciarsi affascinare.
Un Centro Culturale è un luogo molto adattabile, simbolo di civiltà, di cultura, di curiosità e di vivacità intellettuale. È dove la città si esprime e si manifesta.Tolentino non possiede un Centro Culturale.
Oggi, per generosità della Fondazione Moschini, il Politeama Piceno si trasforma nel Centro Culturale di Tolentino. Il Politeama Piceno è un edificio eclettico, costruito nella prima metà del secolo scorso arroccato sulle mura della città. Anche la nuova funzione è eclettica. Una qualità molto importante oggi. È una costruzione a cuneo molto articolata che segue la forma delle due strade dentro e fuori mura prima di incontrarsi. Il piano terra ospita una grande sala che può all’occorrenza essere divisa con separatori acustici mobili. È aperta sulla strada e può comunicare all’esterno sorprendendo e rivitalizzando tutta la città. È ideale per prove di ballo, musica e di canto, feste, mostre, presentazioni commerciali, mercatini. La grande sala multifunzionale gode anche del vantaggio di avere tre ingressi separati e può quindi essere usata anche indipendentemente.
La flessibilità e adattabilità non solo rende molto praticabile lo spazio, ma conferisce anche a tutto l’edificio una immagine di modernità e aggiornatezza.
Ogni Centro Culturale ha un atrio che invita e informa sugli spettacoli con manifesti e stendardi.
É una bella sala dove ci si incontra di giorno negli orari di attività didattiche e di sera durante gli spettacoli. Il foyer del Politeama Piceno è alto e prende luce da una vetrata sul tetto. L’ampio scalone originale conduce alle tre sale, una per piano. Il bel foyer dà importanza ai programmi culturali e gratifica i partecipanti e gli organizzatori.
Nel foyer c’è una Caffetteria aperta al pubblico con l’atmosfera dei famosi caffè viennesi, con buoni dolci, la Sacher, la Linzer. La caffetteria ha una bella finestra che si affaccia sulla valle.I visitatori accedono al teatro dallo scalone principale. Possono essere usati due ingressi, uno a metà e uno in cima alla gradinata. L’ingresso al palco avviene invece dalla scala posteriore. Nel retropalco sono sistemati i camerini. L’ampio palco può essere rimosso per un utilizzo più libero dello spazio.
Il Politeama Piceno ha una bella sala teatrale, non necessariamente grande, ma ben composta,ben orientata, con una buona acustica e un ampio palcoscenico.
Il teatro ospita non solo commedie con belle scenografie ma anche rappresentazioni cinematografiche, concerti, eventi, conferenze, presentazioni, incontri pubblici di associazioni, scuole, comitati. Il piano interrato è il più piccolo e contiene una sala affacciata verso valle.
Vi si accede dallo scalone e dalla scala posteriore. A questo piano c’è spazio per un ampio deposito e dei bagni ben organizzati.
Questa sala è isolata e può essere utilizzata per le attività più vivaci con i bambini. Oppure per prove di gruppi coristici o piccole orchestre. Vi si accede anche dall’ingresso posteriore.
Il Centro Culturale di Tolentino non vive solo di sera ma durante tutto il giorno con prove, incontri, esercizi, lezioni di canto, recitazione, ballo. Una piccola organizzazione centrale programma l’uso delle sale con gli orari più adatti alle associazioni.
Tolentino e la Fondazione Moschini meritano un vivace Centro Culturale, una bella istituzione cittadina di cui essere orgogliosi, un luogo d’incontro per tutti che attragga anche i cittadini delle città vicine.
(Michele De Lucchi, maggio 2015)
   
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Sala spettacolo con le poltrone "Politeama" realizzate su disegno
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Sala spettacolo con le poltrone "Politeama" realizzate su disegno
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Sala spettacolo con le poltrone "Politeama" realizzate su disegno
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Seminterrato
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Volume di ingresso coronato dal tetto vetrato
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Caffetteria
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Volume di ingresso coronato dal tetto vetrato
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Sala Audiovisivi
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Volume di ingresso coronato dal tetto vetrato
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Ph. Santi Caleca, fotografia digitale
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Concept del progetto
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Politeama Piceno, Fondazione Franco Moschini, Tolentino, Macerata (Italia), 2015 - 2017
Sezione
Michele De Lucchi, matita su carta
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF