Uffici direzionali Enel Power, Milano
Edifici per uffici
Michele De Lucchi
Angelo Micheli (capo progetto), Laura Parolin, Giovanni Battista Mercurio
2000
2001
2001
Milano (Italia), via Carducci 3
Enel Power
De Benedictis S.p.A.
Artemide, iGuzzini (illuminazione)
Unifor (arredi, pareti vetrate e in legno)
Vitra (sedute)
Poltrona Frau (divani)
Auditorium e ingresso: 380 mq
L’edificio in via Carducci progettato negli anni Cinquanta da Gio Ponti diventa la sede milanese di Enel Power. È stato necessario ristrutturare l'ingresso e il nono piano e realizzare un auditorium a piano terra con retroproiezione da 99 posti.

La trasformazione di un edificio progettato per un lay-out a corridoio e stanze chiuse in open space offre sempre problematiche tecnologiche da risolvere. Grande cura è stata data nella ideazione del nuovo impianto di mandata aria creando un ribassamento perimetrale al soffitto a ridosso dei serramenti esterni, mentre una dorsale centrale al piano distribuiva i cablaggi e la ripresa. Le sale riunioni e i pochi uffici chiusi sono posizionati agli estremi del piano tipo, lasciando libero così un grande e flessibile open space operativo.

The transformation of a building with a corridor and side rooms lay out into an open space raises several technological problems.Particular attention was given to the design of the new air ventilation system, lowering the ceiling along the perimetral walls next to the external façade and creating a central spine on each floor which distributes intakes outtakes and cabling.The meeting rooms and the few closed offices are located at the ends of each floor, leaving a wide and flexible open space in the middle for all kinds of activities.

Progetto tecnologico: Massimo Pannunzio
In via Carducci 3 c'è un edificio realizzato attorno agli anni Cinquanta molto bello disegnato da Gio Ponti. È un classico edificio da uffici con delle lesene in alluminio che corrono in verticale lungo tutta la facciata e con un entrata grande, pulita ma al tempo stesso monumentale: è un bell'edificio come tutti quelli disegnati da Gio Ponti e come altri incominciano a essere rivalutati e capiti in parte solo oggi. È un edificio che ha un aspetto già di per sé tecnologico anche se questa non era probabilmente un'intenzione di Gio Ponti: i materiali, in particolare il vetro e l'alluminio, contribuiscono molto in questo, anche se l'incuria nella manutenzione ha reso il tutto un po’ fatiscente.
Oggi l'edificio diventa la sede milanese di Enel Power, la Società che Enel ha istituito per la progettazione e realizzazione delle centrali elettriche. La Società è nata dalla recente ristrutturazione che i vertici aziendali hanno voluto per permettere alla grande azienda della energia elettrica italiana, di affrontare la liberalizzazione del mercato da azienda non più monopolistica statale ma privata. Enel Power è sicuramente l'azienda nel gruppo che più testimonia le capacità innovativa e tecnologiche dell'industria italiana e sicuramente quest'edificio ben si confà alla sua sede milanese.
Ci è stato chiesto di ristrutturare l'ingresso e il nono piano per poter dare una ulteriore, se possibile testimonianza dell'aggiornatezza* dell'azienda e dello spirito sperimentale e innovativo che la guida. Al nono piano, cioè l'ultimo, trovano sede gli uffici direzionali e di rappresentanza: sono uffici che vengono usati per incontri con clienti e con finanziatori e che esprimono la loro operatività proprio nella capacità di saper raccontare visualmente la filosofia aziendale. Abbiamo quindi voluto togliere quell'aspetto da ufficio operativo che normalmente il corridoio centrale produce: tutto l'edificio infatti è impostato con una tipologia classica da ufficio cioè con il corridoio centrale e le stanze laterali che si affacciano dai due lati. Tutti i piani mantengono chiaramente questa tipologia che è anche una tipologia strutturale largamente usata ancora oggi ma che non corrisponde più alle esigenze dell'ambiente di lavoro dei nostri giorni. Abbiamo introdotto delle pareti curve e degli elementi che interrompono la visione geometrica e insistente del ripetersi delle porte e delle colonne: in pianta appaiono dei segni quasi gestuali che fluidificano un percorso non più lineare ma curvilineo. L'aver interrotto la monotonia delle stanze che si susseguono ha permesso di articolare gli spazi con più vivacità e di rendere anche più funzionale le relazioni tra luogo e luogo, tra uffici direzionali, sale riunioni, segreterie, spazi per incontri informali. La stanza dell'Amministratore Delegato è in diretto collegamento con una sala riunione per sei, otto persone e a seguire con la grande sala per le assemblee e gli incontri numerosi. Una serie di porte scorrevoli permette di passare dall'una all'altra e di unire in un'unica visuale le tre stanze. A fianco alle sale riunioni sono state realizzati gli uffici di appoggio per l'Amministratore Generale del gruppo e per il responsabile amministrativo. Le segreterie sono sistemate in un blocco unico vicino all'ingresso. La grande parete vetrata curva articola lo spazio e trasforma tutto il piano in un unico grande ambiente pratico e funzionale, al tempo stesso rappresentativo senza essere sfarzoso e inutilmente decorato.
L'ingresso invece è stato ricostruito come nel progetto originale di Gio Ponti riaprendo e riutilizzando il grande portone centrale simmetrico sull'asse della facciata. Sopra alla corta scalinata è stato reso più ampio possibile lo spazio per la reception e per gli usceri: una vetrata separa dall'area operativa e dal grande auditorio riorganizzato e predisposto per incontri con clienti, convegni, incontri formativi. 
Per i materiali sono stati recuperati i marmi originali e abbiamo cercato di introdurre la minor quantità possibile di elementi in quanto potrebbero appesantire inutilmente la percezione generale dello spazio.
(Michele De Lucchi, Milano, 24 maggio 2001)

*sic
   
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano, 2001
Ufficio dell'Amministratore Delegato
Ph. Gabriele Basilico, Diapositiva, colore, 6x9
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano, 2001
Sale riunioni
Ph. Gabriele Basilico, Diapositiva, colore, 6x9
 
Uffici Direzionali Enel Power, Enel Power, Milano, 2001
Ph. Gabriele Basilico, Diapositiva, colore, 6x9
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano, 2001
Ph. Gabriele Basilico, Diapositiva, colore, 6x9
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano, 2001
Grande sala per assemblee
Ph. Gabriele Basilico, Diapositiva, colore, 6x9
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano, 2001
Ufficio dell'Amministratore delegato
Ph. Gabriele Basilico, Diapositiva, colore, 6x9
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano (Italia), 2001
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x7
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano (Italia), 2001
Auditorium
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano (Italia), 2001
Reception
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano (Italia), 2001
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x7
 
Uffici Direzionali Enel Power, Milano, 2001
Rendering di Giovanni Battista Mercurio
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF