Ristrutturazione della Centrale Enel Teodora, Porto Corsini
Edifici industriali
Michele De Lucchi
Daniele Rossi, Carlo De Mattia e Michele Marozzini
2000
2004
2005, aprile
Porto Corsini, Ravenna (Italia)
Enel Produzione
Enel Power (progettazione strutturale ed esecuzione lavori)
Cosmeci e Selp (strutture)
Bayer Polymers Sheet Europe (policarbonato)
M. De Lucchi, La sfida dell’arditezza, “Crossing”, anno 2, giugno, 2001
G. Agnolini, C'è dell'energia nell'architettura, “Nuova Energia”, n. 1, marzo/aprile 2003
M. Mulazzani, Centrale Enel Teodora. Variazioni sul tema, "Casabella", n. 742, marzo 2006, pp. 64-69
2008
Trasformazione industriale e riqualificazione architettonica, "Io Architetto", n. 13 gennaio 2008, pp. 8-9

S. Suardi, Michele De Lucchi. Dopotolomeo, catalogo della mostra, Skira, Milano, 2002
F. Bulegato, S. Polano, Michele De Lucchi. Comincia qui e finisce là, Electa, 2004
Mostra "L'architettura del mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi", Triennale di Milano, (Italia), 9 ottobre 2012 - 10 febbraio 2013
Mostra itinerante "Dal Futurismo al futuro possibile", mostra internazionale di architettura italiana", C.N.A.P.P.C. (Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori), D.A.R.C. (Direzione generale per l'Architettura e l'Arte contemporanea), Ministero per gli Affari Esteri, Tophane-i Amire, Istanbul (Turchia), 5-25 luglio 2005
 
Accademia Nazionale di San Luca, Roma (Italia)
Centre Georges Pompidou, Parigi (Francia)
10.000 mq circa (area di pertinenza) superficie del lotto
7.500 mq circa superficie del rivestimento in policarbonato
Centrale Porto Corsini, Ravenna

Proprietà: Enel Produzione
Esecuzione lavori: Enel Power
Progetto architettonico: Michele De Lucchi con Daniele Rossi, Carlo De Mattia e Michele Marozzini
Progetto preliminare: 2000
Progetto definitivo ed esecutivo: 2000-2002

Il progetto della Centrale Enel di Porto Corsini ha riguardato il rivestimento turbogas e le torri GVR, la sala manovre, gli uffici, la portineria e le aree esterne. Tutti gli interventi sono stati realizzati.

Progetto preliminare, definitivo, esecutivo e dir. artistica.

Il modello in scala della Centrale e due disegni sono entrati a far parte della Collezione Permanente del Centre Georges Pompidou, esposti dal 18 novembre 2003 al 30 ottobre 2004.
La Centrale di Porto Corsini è situata all’interno dell’area industriale del porto di Ravenna e si affaccia direttamente sul Canale Candiano. Ãˆ una centrale storica progettata alla fine degli anni Cinquanta dall’architetto milanese Ignazio Gardella. Come altre centrali di quel periodo riprende la classica struttura delle centrali termoelettriche con quattro caldaie, ciascuna dotata di relativa turbina, alternatore e trasformatore. L’asse della sala macchine è situato parallelamente al canale: le quattro torri delle caldaie sono disposte anch’esse verso il canale mentre i trasformatori e le cabine di distribuzione sono rivolte a terra.

Il grande edificio della sala macchine, su progetto di Gardella, è rivestito in mattonelle di klinker, con fuga aperta, di un colore bruciato scuro: la volta è in cemento con un leggera curvatura e delle lesene danno ordine e decoro all’edificio. Negli anni questo edificio è stato molto manomesso, con l’aggiunta di un avancorpo per gli spogliatoi degli operai, con la realizzazione di scale d’emergenza e aperture varie. In più molte piastrelle di klinker si sono staccate e sono state sostituite con altre per niente simili né nella forma né nel colore. La facciata appare così oggi irreparabilmente compromessa e non appare nemmeno realistica la possibilità di restaurarla in forma originale, sia per gli alti costi, sia per la flessibilità ancora richiesta per un edificio di questo genere che deve continuamente essere modificato e aggiornato a seguito delle evoluzioni tecnologiche e funzionali.

Oggi l’intera Centrale deve essere riaggiornata ed è prevista la trasformazione da centrale a combustione di olio denso, a centrale turbogas a combustione di metano con ciclo combinato, intervento non dissimile da quello in corso alla Centrale La Casella di Piacenza. In questo caso però, per problemi legati allo spazio a disposizione, l’impianto assume una morfologia completamente diversa. Mentre infatti a La Casella è stato possibile trasformare ciascuna caldaia in generatore di vapore e utilizzare direttamente le quattro turbine della sala macchine mantenendo la morfologia originale con gli assi caldaia-alternatore inalterati, a Porto Corsini si è potuto aggiungere solamente due generatori di vapore e non più sull’asse originale ma perpendicolari a esso. Solamente due turbine originali vengono mantenute in funzione e metà edificio della sala macchine viene abbattuto: sarà mantenuta solamente la parte funzionante verso la nuova isola di potenza. È prevista, per la parte restante, la salvaguardia e conservazione dell’originale progetto di Gardella.

Disposte lungo il lato corto della Sala Macchine, parallele al canale, saranno realizzate le due nuove strutture di produzione, composte da due generatori di vapore e da due edifici per gli alternatori e le turbine. Le due strutture perfettamente gemelle e simmetriche si ergono in linea con le alte ciminiere e sono realizzate con la stessa filosofia di progetto, gli stessi materiale, gli stessi colori della rinata Centrale La Casella a Piacenza. Essendo però costruite ex novo, prendono un’immagine assolutamente unica e originale: le ciminiere sono rivestite per un terzo da anelli in Lexan e nella parte più bassa sono abbracciate da una struttura secondaria che riveste il generatore di vapore fino alla sua connessione con l’edificio turbogas.
Il rivestimento in Lexan del generatore è indipendente dalla macchina stessa e per la sua forma allungata prende l’aspetto leggero e dinamico di due grandi ali spiegate.

La ciminiera è dipinta con un colore aria, un azzurro grigio delicatissimo ed evanescente, il generatore di vapore di un giallo intenso, l’edificio turbogas in rosso bruciato, seguendo la filosofia dei colori precedentemente sviluppata per le centrali di questo tipo.

Anche la palazzina uffici originale, disegnata da Gardella, verrà abbattuta per essere sostituita con un nuovo edificio per uffici aggiornato tecnologicamente e correttamente dimensionato alle nuove necessità. La palazzina uffici di Gardella è oggi oramai irriconoscibile per le molteplici manomissioni: non è stato possibile mantenere il mosaico di facciata e nel tempo gli spazi interni sono stati modificati per far fronte alle crescenti necessità con ampliamenti dei locali e aperture di finestre e di porte.
La nuova palazzina uffici con annessi magazzini e laboratorio verrà costruita di fronte al nuovo ingresso, previsto nelle vicinanze della nuova isola di potenza. La ridefinizione dell’intera area è stata infatti resa necessaria dal nuovo layout della Centrale e dalla opportunità di liberare, per altri scopi, grosse parti di proprietà a sud e a nord: a seguito di questo sono stati riallocati gli impianti di trattamento dell’acqua, riorganizzata la stazione elettrica e liberata una larga parte di fronte-strada dove verrà costruita la nuova portineria.
I nuovi uffici sono anche l’occasione per creare un nuovo fronte alla Centrale, che non esalta più la grande macchina della produzione, ma che antepone a tutto uno spazio dedicato al lavoro dell’uomo. La nuova immagine della Centrale è quindi delegata alla qualità dello spazio di vita: è l’uomo che controlla la macchina e non viceversa, è una Centrale fatta per il benessere dove la macchina non soccombe di fronte alla tecnologia.
Il nuovo edificio ha un lungo fronte sinuoso che protegge ed esalta lo spazio degli uffici e dei laboratori: una lunga facciata in vetro definisce l’edificio uffici, mentre i capannoni ausiliari sono realizzati con pareti in pannelli metallici trattate secondo un modulo orizzontale già utilizzato per il rivestimento degli edifici Turbogas. Gli uffici contengono, oltre agli spazi attrezzati per le aree operative di circa 30 persone, anche gli spogliatoi per 50 persone, la mensa e un’area per l’accoglienza delle visite guidate.
(Michele De Lucchi, febbraio 2001)
   
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Nuovo edificio degli uffici, la testata
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Nuovo edificio degli uffici, dettaglio del fronte
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Edificio della sala macchine di Ignazio Gardella, 1957-58
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Struttura di rivestimento delle caldaie e delle ciminiere
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Struttura metallica di sostegno del rivestimento in policarbonato
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Vista della Centrale dal lato dei generatori di vapore (gialli) e degli edifici turbogas (rosso bruciato)
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Studio dei volumi della Centrale Modello conservato al Centre Pompidou, Parigi
Ph. Luca Tamburlini, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Studio dei volumi della Centrale Modello conservato al Centre Pompidou, Parigi
Ph. Luca Tamburlini, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Modello in scala realizzato da Bisk, 2001
Diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Modello in scala realizzato da Bisk, 2001
Diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Planimetria
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Disegno conservato al Centre Pompidou, Parigi
Michele De Lucchi, tempera su carta
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Disegno conservato al Centre Pompidou, Parigi
Michele De Lucchi, tempera su carta
 
Uffici della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Michele De Lucchi, tempera su carta
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Michele De Lucchi, tempera su carta
 
Ristrutturazione della Centrale Porto Corsini, Enel Produzione, Porto Corsini (Italia), 2000 - 2005
Accademia Nazionale di San Luca, Roma
Michele De Lucchi, tempera e matita su carta, 2001
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF