Triennale di Milano. Ristorante
Edifici per attività culturali e ricreative - Bar, ristoranti, mense
Michele De Lucchi
2004, febbraio
non realizzato
non realizzato
Milano (Italia), Triennale, Palazzo dell'Arte
Fondazione La Triennale di Milano

Prima versione
Il tema di progetto nasce dalla volontà di ri-proporre il ristorante sul tetto della Triennale di Milano, funzione che già Muzio aveva previsto nel progetto originario.
La chiusura della cucina al piano parco e una serie di alterazioni nei collegamenti verticali susseguitisi da allora avevano compromesso questa possibilità.
Il primo progetto di De Lucchi riutilizza gli spazi sul terrazzo in copertura, introducendo un elemento inclinato, una piccola torre da cui si possa ammirare la vista della città, in relazione visiva con la vicina Torre Branca, e direttamente connesso con la sala principale, tutta posta al piano terrazzo.
Due soli elementi dunque, un rigoroso parallelepipedo orizzontale per la sala di somministrazione  e la torre.
Già in questa fase si apre il tema del collegamento verticale con il piano terra e quello orizzontale in copertura, risolto in questo caso ripristinando l’uso pubblico dell’ascensore che raggiunge la copertura e la pensilina di collegamento preesistente.


Seconda versione
L’evoluzione del progetto in una seconda soluzione ripropone il tema del parallelepipedo orizzontale, su due livelli, in cui al piano primo sono collocati tutti i servizi (ingresso, guardaroba, cucina, servizi igienici), mentre il secondo piano è dedicato alla sola somministrazione.
La presenza di una pensilina che corre lungo tutto il terrazza parallela e arretrata rispetto al fronte verso il parco Sempione dà un riferimento dimensionale e un criterio d’ordine a tutto il progetto.
Una variante successiva riduce ulteriormente i volumi, portando il ristorante a un solo piano e ampliando la presenza dei tavoli anche all’esterno sulla porzione del terrazzo libera dalla copertura del ristorante.

 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF