discorso del Designer in Generale
sulla ricerca architettonica
sulla mia Produzione Privata
sull’ecologia del design
sul disegno a mano libera
sulla luce
sul progetto del Traliccio Enel
su Memphis
sulla nuova immagine delle Poste Italiane

 


sulla mia Produzione Privata

Produzione Privata è nata dopo la fine di Memphis, il movimento che portava avanti la filosofia di realizzare progetti che nascevano dalle esigenze dell’uomo e non dell’industria. Si era però imposto l’aspetto piĂą esterno e superficiale, lo “stile” Memphis,  e pochi avevano colto il concetto piĂą centrale e profondo, quello, cioè di fare ricerca e sperimentazione. Sentivo una forte mancanza d’autenticitĂ , di calore d’espressione e di gioia nel creare e pensare oggetti di design industriale come appunto facevamo con Memphis.
Personalmente, inoltre, penso molto al ruolo dell’ architetto nella nostra epoca, sento molto la voglia e la necessitĂ  di sperimentare e di mettere in discussione il contributo della mia professione. Non penso che ci possa essere un risultato pratico, una risposta concreta, una soluzione che va bene per tutti. Ma penso che l’architetto abbia anche un ruolo di intellettuale che sa evidenziare e valorizzare le cose belle che abbiamo a disposizione, per esempio l’artigianato. E’ così che, con Sibylle,  mia moglie, abbiamo fatto nascere Produzione Privata.
 
Con Produzione Privata voglio crearmi la possibilità di seguire le mie riflessioni e di esprimere i miei pensieri. L’idea è di dare valore , prestigio e futuro al mondo artigianale di oggi. Un artigianato che si evolve e che, con le tecniche tradizionali e qualche aiuto tecnologico, riesce a dare stimoli e qualità umana che l’industria non sa più creare. L’artigianato è per noi architetti e designer l’unico campo sperimentale, l’unico area dove riusciamo a sperimentare in tutta libertà e con lo straordinario sostegno della cultura artigianale. Nel campo del design le grandi industrie non riescono più a sperimentare e cercano di creare artificialmente ragioni per una ricerca innovativa con molta fatica e pochi risultati. Invece esiste ancora la struttura dell’artigianato, bisogna usarla, stimolarla perché resista e non ceda come rischia di fare adesso. Produzione Privata si basa su questa visione molto personale ed è molto personale e privata anche in tanti altri aspetti. Una gran parte delle idee proviene proprio dal mio ambiente privato. Sono cose che hanno un senso vero almeno per me e m’illudo anche per alcuni altri, non tanti.

Michele De Lucchi
1990